bambinello

Il Presepe: storia di una tradizione

(dal sito www.presepepalmieri.com)

 

Il Presepe è la rievocazione della nascita di Gesù. La tradizione del presepe nasce in Italia nel Medioevo, per poi diffondersi in tutti i paesi cattolici del mondo.

Le rappresentazioni del Presepe si basano sui testi evangelici di Matteo e Luca, ma prendono a prestito molti personaggi dai vangeli apocrifi e da altre tradizioni. I materiali utilizzati sono tra i più svariati, a seconda del gusto e della capacità dell’artigiano.

CAMPAGNA VIDEO: Gran Torneo dei Quartieri 2016, Sessa Aurunca.

4 spot realizzati per la XVIII edizione del Gran Torneo dei Quartieri Città di Sessa Aurunca. 4 mini video che mostrano i momenti salienti dell’edizione precedente. Figuranti in abiti storici, sbandieratori, trombonieri, balestrieri… e la passione dei sostenitori dei Quartieri in gara.

VIDEO: Sessa Aurunca in età Romana.

Un nuovo video (il quindo della serie) realizzato da StudioPalmieri per la promozione della città di Sessa Aurunca. Il breve documentario è stato trasmesso su RAI3 (digitale terrestre Campania) il 23 luglio, il 13 agosto, il 3 e il 24 settembre. Promosso dall’Associazione Turistica “Pro Loco” Sessa Aurunca nell’ambito di un accordo con il CORECOM Campania, il video racconta le notevoli opere artistiche e architettoniche lasciate dai fasti dell’età Romana.

VIDEO: la Settimana Santa a Sessa Aurunca (Caserta).

Quarto video realizzato da StudioPalmieri per la trasmissione su RAI3. In accordo con il CORECOM Campania, l’Associazione Turistica “Pro Loco” Sessa Aurunca promuove il territorio Aurunco attraverso la TV regionale. Il video racconta i riti e le funzioni della Settimana Santa a Sessa Aurunca.

Assisi

26 settembre 1997, ore 02:33

Umbria e Marche tremano. Un sisma di magnitudo 5,8, VIII-IX grado della scala Mercalli, scuote la notte con epicentro nella piccola frazione ternana di Cesi. La marchigiana Collecurti, piccolo borgo montano nel comune di Serravalle di Chienti, si trasforma in un ammasso di pietre e calcinacci che la rendono irriconoscibile, quasi fosse stata vittima di un bombardamento aereo. Due anziani coniugi, Francesco e Marietta, sorpresi dal sisma in piena notte, si stringono forte sotto le lenzuola: verranno ritrovati così all’alba, morti sotto le macerie ma ancora abbracciati.